A tutte le lettrici...

Care amiche, come sapete in questo blog pubblico quasi esclusivamente i miei lavori, fornendo, per quelli di mia creazione, anche gli schemi e le istruzioni per la realizzazione.
Tutto il materiale è liberamente scaricabile (del resto è qui per questo), vi prego però, qualora doveste ripubblicare in tutto o in parte i miei lavori sul web (in altri blog, siti o forum), di voler cortesemente inserire il link di provenienza.
Grazie, con amicizia Katy.

Lettori fissi



Gli schemi che trovate a corredo dei miei modelli
sono realizzati grazie a questo programma.


giovedì 30 ottobre 2014

Vestitino della festa...

Stavolta la piccolina si è prestata molto volentieri accompagnata dal suo nuovo amico di peluche:





Lo scmiciato è di velluto a coste con applicazioni floreali, tessuto acquistato a un prezzo eccezionale dal solito Tessuti.com.
La questione prezzo non è da poco...con un metro di tessuto (5 €), fodera e bottoni che avevo in casa ho confezionato un vestitino elegante da indossare per il 50° di matrimonio dei miei zii (ho pagato di più le calze!!! 8,90 € sic!!).
Il modello a palloncino l'ho ottenuto mettendo insieme due modelli del libro di cui vi ho parlato spesso e che ha un'unica pecca: i modelli sono un po' grandini...
Il corpino è tratto dal modello di uno scamiciato e la gonna da quello di una gonna a palloncino che ho "allungato" un po'.





Ne sto preparando un altro per le feste di Natale...

A presto!


venerdì 3 ottobre 2014

Vestitino foderato con piegone centrale - TUTORIAL -

Ho deciso di fare un breve tutorial fotografico per la realizzazione di un semplice abito da bambina, con piegone centrale (con un tessuto coordinato a vista), allacciato sul dietro e foderato.
Realizzare le fodere degli abiti non è più difficile che realizzare l'abitino stesso e per i tessuti invernali la fodera è d'obbligo.





Avevo a disposizione nelle mie "scorte" due tipi di tessuto con fantasie diverse ma colori coordinabili.
Quello con le mele anni '70 abbastanza pesante e il velluto a coste con le foglioline con cui avevo realizzato questo scamiciato lo scorso inverno, entrambi acquistati on line da Tessuti.com (adesso il servizio è molto migliorato e ultimamente non ho avuto problemi, mi hanno addirittura telefonato per dirmi che un articolo non era disponibile!!!!).
Il tessuto con le foglioline è esaurito ma trovate ancora quello con le mele qui anche in altre varianti di colore.

Ma andiamo a cominciare!

Usando un cartamodello, (se ne trovano diversi on line googlando "A line baby dress free pattern", altrimenti potete usare questo  o un vestito che avete nell'armandio della misura giusta) tagliate 1 davanti destro, 1 sinistro, 1 dietro destro e 1 sinistro dal tessuto principale lasciando un margine di circa un centimetro tutt'intorno per le cuciture.
Tagliate 1 davanti (unito) e 2 dietro dalla fodera (per la fodera vi consiglio questo tessuto di cotone leggero sempre su tessuti.com) lasciando sempre i margini di cucitura.
Io di solito taglio i bordi laterali con delle forbici da campioni (quelle a zig zag per intenderci) così evito di fare punti overlock che mi annoiano tanto e fanno impiegare un sacco di filo.


Tagliare dal tessuto coordinato un rettangolo alto quanto il davanti del vestito (dallo scollo all'orlo) e largo circa 15 cm:


Dritto contro dritto cucite i due lati del rettangolo al bordo interno dei 2 davanti:


stirate le cuciture aperte (mi raccomando STIRATE SEMPRE i tessuti prima di cucire e dopo aver cucito è molto importante per la buona riuscita dei lavori)


Piegare ora il centro del vestito in modo da far combaciare i due lembi del tessuto principale:




Stirare fermare con uno spillo e cucire i due lembi accostati in modo da fermare i due tessuti in posizione:



A questo punto ho un buco nelle foto...confesso che nella foga del lavoro mi sono dimenticata di farle!!!
Comunque si tratta di cucire (dritto contro dritto) il davanti al dietro del vestito per le spalle e poi fare lo stesso con la fodera. Stirare le cuciture aperte.
Quindi (sempre dritto contro diritto) cucire la fodera al tessuto attorno al collo e agli scalfi allineando le cuciture delle spalle (qui ho le foto!):



Rifilate i bordi mantenendovi il più possibile vicino alle cuciture usando le forbici a zig zag:


A questo punto occorre fare una piccola magia: rivoltare il vestito al dritto facendo passare i pezzi del dietro attraverso le spalline!!
Sembra difficile...


e invece voilà! Il gioco è fatto!!!


Ora si deve stirare BENISSIMO lungo gli scalfi...


e lo scollo (mi raccomando NON SALTATE QUESTO PASSAGGIO!!!)


Poi, sempre diritto contro diritto, cucire i lati del vestito e della fodera partendo dagli scalfi (fate attenzione che la nuova cucitura parta esattamente da quella degli scalfi). Stirare le cuciture aperte.


Per l' orlo del vestito ripiegare 1 cm e ancora 1 cm e cucite, fate lo stesso per la fodera facendo però attenzione che la stessa risulti leggermente più corta dell'abito in modo che poi esca antiesteticamente fuori quando sarà indossato:


Per la chiusura io ho applicato una zip sganciabile quasi della stessa lunghezza del vestito e per completare il look anni '70 l'ho scelta in un colore leggermente contrastante .
Se preferite potete applicare una zip più corta e cucire la restante apertura su fodera e vestito, ma lo dovete fare prima di procedere con l'orlo. 
(se non sapete come attaccare una cerniera lampo trovate vari video su youtube semplicemente googlando "how sew zipper").



Ho quindi applicato un fiocchetto fermato da un bottone sul collo.


Per adesso la piccola modella si è rifiutata di prestarsi per le foto...magari in futuro sarà più disponibile...chissà!

A presto!





mercoledì 1 ottobre 2014

Gonnellina con i gufetti...

...fatta in un pomeriggio usando i tessuti proposti da una pubblicazione venduta in edicola a poco più di 2€. 


La piccola principessa sembra soddisfatta!!



Il modello in questo volume che avevo già consigliato e che trovate in vendita qui.


A presto!

sabato 6 settembre 2014

Un gomitolo, un coprispalle...

Come suole scrivere il sig. Claudio di Agofilo nelle sue offerte speciali: "un gomitolo, una sciarpa", "un gomitolo una cuffia", (me lo immagino pronunciarli in dialetto romagnolo... mo sì...) io stavolta ho fatto un coprispalle con un solo gomitolo di Sesia Mistral lana merino fine col. 2650 che il sig. Frascari aveva gentilmente inserito come omaggio nell'ordine effettuato dalla mia amica Alina (quella delle copertine... a proposito, ne ha messa in cantiere un'altra!!!).

Ultimamente ho fatto diversi coprispalle...tutti che prevedevano la lavorazione di una striscia da cucire una volta terminato il lavoro ai ferri. Le cuciture però mi stanno sempre più antipatiche...quindi volevo realizzare un modello lavorato in un solo pezzo ma non top down.
Gironzolando per il sito Drop Design di Garnstudio ho trovato alcuni modelli di coprispalle da donna lavorati in un solo pezzo dal fondo. Naturalmente erano grandi perché io volevo realizzare un modello da bambina, però i filati usati si lavoravano con ferri di misura più grande di quelli richiesti per il mio filato (3 mm).
Quindi ne ho individuati 2 che potevano fare al caso mio e aiutandomi con un coprispalle in jersey di mia figlia, taglia 4 anni, ho modificato i modelli originali.
Ecco cosa ne è uscito:







DAVANTI & DIETRO:
Si lavorano avanti e indietro sui ferri circolari o sui ferri diritti dal centro davanti.
Avviare 114 m (comprese 4 m da ciascun lato, per i bordi) sui ferri n° 3 con il filato sesia mistral baby col 2650. Lavorare 6 ferri a punto legaccio (1° ferro sul diritto del lavoro). Proseguire a maglia rasata con 4 m a punto legaccio da ciascun lato per i bordi. ALLO STESSO TEMPO, durante il 1° ferro a maglia rasata, aumentare 1 m all’interno delle 4 m dei bordi, da ciascun lato – prendere a dir. ritorto il filo tra 2 maglie – e ripetere questi aumenti ogni 2 ferri per 9 volte e ogni 4 ferri per 7 volte.
ALLO STESSO TEMPO, quando il lavoro misura circa 4 cm per gli scalfi lavorare un ferro nel modo seguente: lav. 24 m (le prime 4 a legaccio) intrecciare 10 m. quindi proseguire il lavoro e intrecciare ancora le 10 m. precedenti le 24 maglie finali (le ultime 4 a legaccio).
Nel giro successivo (rov. del lav.) per le maniche avviare morbidamente a nuovo 30 m. ciascuna. Lavorare a legaccio sulle maglie avviate a nuovo (4 ferri per il bordino) e sulle 3 m. da ciascun lato delle maniche. Al terzo giro (diritto del lav.) aumentare 11 m. su ciascuna manica (3 dir, 1 au. ripetere e terminare con 3 dir.).
Proseguire lavorando sempre a punto legaccio le 3 m da ciascun lato delle maniche(reglan).
ALLO STESSO TEMPO sulle maniche lav. seguendo lo schema (diminuire sempre a ferri alterni).Le diminuzioni delle reglan sui davanti e sul dietro andranno fatte anch'esse a ferri alterni come segue:
-Prima delle 3 m a punto legaccio: lavorare 2 m insieme a dir.
-Dopo le 3 m a punto legaccio: passare 1 m a dir senza lavorarla, 1 m dir, accavallare la m passata sulla m lavorata.
Terminati gli aumenti sui bordi laterali, per lo scollo mettere in sospeso 6 m. per lato quindi intrecciare all'inizio di ogni ferro 1 m., 3 m per 2 volte, quindi 2 m ass da un lato e 1 acc. dall'altro sovrapponendosi alle diminuzioni dei reglan.
ALLO STESSO TEMPO sulle maniche finire lo schema (ultimo giro lav. 1 acc doppio per 3 volte sulle 9 maglie rimaste tra le dim. dei reglan.).
PER IL COLLO: riprendere le maglie in sospeso e 9 maglie lungo ciascun lato dello scollo e lavorare a legaccio per 6 ferri su tutte le maglie.
ALLO STESSO TEMPO per l'asola durante l'esecuzione del secondo giro a legaccio dal lato destro lav ass. la seconda e terza m., 1 gett.
Durante l'esecuzione del 6° ferro a legaccio chiudere morbidamente tutte le maglie.
Cucire un bottone dall'altro lato. Fermare i fili.


A presto!!

giovedì 21 agosto 2014

Finalmente finito!!! Il maglioncino Bhuuuuu!!!

Lo confesso...è stato sui ferri un annetto...ma finalmente l'ho finito!!!!



Non sembrano anche a voi tanti fantasmini?


Da qui il nome....

Ecco qualche altro particolare:




E come sempre schemi e indicazioni per la realizzazione!!!!
Vi avverto che la realizzazione è un po' complicata...insomma non è proprio da principianti...è che dopo tanti anni avevo voglia di cimentarmi in qualche cosa di più laborioso...spero mi perdonerete!





OCCORRENTE:
250 g di filato da lavorare con i ferri n. 4,5 (Io ho usato quello di cotone che spesso è in vendita alla LIDL).
Ferri n. 4,5
Uncinetto n. 4,5
Ago da lana
Chiusura sganciabile
bottone tipo alamaro

Dietro: 
montare 88 m. e lav. a punto coste ondulate lasciando una m. di margine per lato e completando lo schema (18 ferri).
Proseguire impostando il lavoro nel modo seguente:
1m. di margine, 5 m. a m. rasata rov., 2 m. incrociate (mettere in sospeso la prima m. sul dav. del lav., lav. a dir. la seconda m., lav. a diritto la m. in sospeso), 16 m. a punto fantasmini, 2 m. incrociate, 3 m. a m. rasata rov., 13 m. a punto zig zag verso dest., 4 m. a m. rasata rov., 13 m. a punto zig zag verso sin, 3 m. a m. rasata rov., 2 m. incrociate, 16 m. a punto fantasmini, 2 m. incrociate, 5 m. a m. rasata rov., 1m. di margine.
A cm 38 di altezza totale per lo scollo dietro, intrecciare le 30 m. centrali e proseguire sulle due parti separatamente. Intrecciare ancora 1 m. per lato e quindi intrecciare tutte le maglie durante l'esecuzione del ferro dir. seguente.

Dav. sinistro:
Montere 30 m. e lav. a coste ondulate come spiegato per il dietro.
Proseguire impostando il lavoro nel modo seguente:
1 m. di margine, 3 m. a m. rasata rov., 2 m. incrociate, 16 m. a punto fantasmini, 2 m. incrociate, 5 m. a m. rasata rov., 1m. di margine. A 40 cm di altezza totale intrecciare tutte le maglie.

Dav. destro:
Montare 46 m. e lav. a coste ondulate come spiegato per il dietro.
Proseguire impostando il lavoro nel modo seguente:
1m. di margine, 5 m. a m. rasata rov., 2 m. incrociate (mettere in sospeso la prima m. sul dav. del lav., lav. a dir. la seconda m., lav. a diritto la m. in sospeso), 16 m. a punto fantasmini, 2 m. incrociate, 3 m. a m. rasata rov., 13 m. a punto zig zag verso dest., 4 m. a m. rasata rov., 13 m. a punto zig zag verso sin, 3 m. a m. rasata rov., 1 m. di margine.
A cm 36 di altezza totale (e comunque una volta terminato il motivo a zig zag) per lo scollo int. le prime 18 m., quindi ancora 1 m. nel ferro rov successivo e proseguire sulle rimanenti maglie per altri 6 ferri. intrecciare tutte le maglie.

Manica destra:
Montere 46 m. e lav. a coste ondulate come spiegato per il dietro.
Proseguire impostando il lavoro come segue:
1 m. di margine, 12 m. a m. rasta rov., 2 m. incrociate, 16 m. a punto fantasmini, 2 m. incrociate, 12 m. a m. rasata rov. 1 m. di margine.
Ripetere il diagramma del punto fantasmini per 4 volte aumentando 1 maglia per lato per 3 volte a distanza regolare.
Intrecciare le 52 m. ottenute.

Manica sinistra:
Montere 46 m. e lav. a coste ondulate come spiegato per il dietro.
Proseguire impostando il lavoro come segue:
1 m. di margine, 6 m. a m. rasata rov. 1 aumento, 5m. a m rasata rov (in tutto 12 m), 2 m. incrociate, 2m. a m. rasata rov, 13 m. a punto zig zag verso sinistra, 2 m. rov, 2 m. incrociate, 12 m. a m. rasata rov. 1 m. di margine.
Ripetere il diagramma del punto zig zag per 2 volte e lavorare ancora i primi 12 ferri dello schema, aumentando 1 maglia per lato per 3 volte a distanza regolare.
Intrecciare le 53 m. ottenute.

Bordo di apertura: 
Riprendere lungo il davanti destro 88 m. All'interno di 1 m. di margine per lato, lav. a punto coste ondulate per 18 ferri. Intrecciare morbidamente tutte le maglie.

Rifiniture:
Riprendere lungo il dav. destro e il dietro 76 m. e all'interno di 1 m. di margine per lato lav. a punto coste ondulate per 8 ferri. Intrecciare morbidamente tutte le maglie.
Lav. un giro a punto gambero lungo tutta l'apertura senza tirare. Cucire una lampo sganciabile lungo l'apertura davanti e un alamaro all'altezza del collo. 

A presto!

domenica 10 agosto 2014

Ancora PDZ: stavolta Super Mario su una torta Pan di Stelle...camuffata!


Lorenzo in questo periodo ha la passione per Super Mario.
Per il suo compleanno ho deciso di cimentarmi di nuovo con la pasta di zucchero.
Durante le nostre vacanze a Cattolica ho acquistato in un negozio di Cake Design un mattone da 1kg di pasta di zucchero della Pavoni. 
Una meraviglia!!!
Morbida e gommosa facilissima da lavorare, soprattutto perché l'ho colorata con i coloranti alimentari in gel e quindi l'ho dovuta manipolare bene.

Lorenzo ha fatto una lista di personaggi interminabile...mi sono documentata su google immagini e ho scelto i più abbordabili...quindi ho preparato i vari colori:


Ho cominciato con il "fiore di fuoco", la pianta carnivora e lo "sfavillotto"...quando mi sono sentita abbastanza sicura della tecnica, aiutandomi con questo video tutorial, ho attaccato MARIO!!!


Prima ho realizzato la testa


e poi il corpo.

C'ho messo 2 pomeriggi per farlo!!!

Quindi sono passata agli altri personaggi...i più laboriosi dopo Mario?
Il funghetto-fachiro Toad e il dinosauro-draghetto Yoshi...


Con gli avanzi di pdz ho fatto altri piccoli decori da posizionare tutto intorno alla torta:


A questo punto mancava la parte più importante!!! La torta!!!

Per il compleanno di Anna Vittoria che cadeva proprio alla vigilia della partenza per il mare, dato il poco tempo che avevo a disposizione ho sperimentato la ricetta della Torta Pan di Stelle



buona, velocissima e facile da realizzare...a prova di errore insomma!
E' un po' una bomba calorica...ma una volta ogni tanto si può fare...
Ho seguito la ricetta alla lettera. Invece del latte però ho usato una miscela di acqua e nesquik per bagnare i biscotti (con il caldo preferisco usare il meno possibile ingredienti facilmente deperibili).






Ho fatto tre strati di biscotti, fermandomi però alla nutella, senza spalmare l'ultimo strato di panna perché ho pensato che fosse meglio per stendere la pdz.

Ho lasciato in frigo alcune ore, quindi ho tolto lo stampo a cerniera e ho rimesso in frigo.

Ho tirato fuori la torta una mezz'oretta prima di ricoprirla, per far ammorbidire un po' la copertura di nutella e far aderire meglio la pdz.


Una volta ricoperta la torta e levigato bene bene sono passata alla decorazione, posizionando i piccoli decori bagnandoli solo un po' sul retro con dell'acqua:


Quindi utilizzando gli appositi stampini, ho ritagliato nel fondente nero le letterine per comporre il nome "Lorenzo" e ho attaccato anche queste aiutandomi con poche gocce d'acqua.
Poi sono passata al posizionamento dei personaggi:
li ho incollati con un po' di pdz in modo da formare una piccola folla e...stavano miracolosamente in piedi!!












Ho rimesso tutto in frigo (assolutamente no-frost mi raccomando!!!) e ho tirato fuori la torta una mezz'oretta prima di servirla perché altrimenti sarebbe stata troppo dura.

Buon Compleanno Lorenzo!!!


A presto!

Related Posts with Thumbnails