A tutte le lettrici...

Care amiche, come sapete in questo blog pubblico quasi esclusivamente i miei lavori, fornendo, per quelli di mia creazione, anche gli schemi e le istruzioni per la realizzazione.
Tutto il materiale è liberamente scaricabile (del resto è qui per questo), vi prego però, qualora doveste ripubblicare in tutto o in parte i miei lavori sul web (in altri blog, siti o forum), di voler cortesemente inserire il link di provenienza.
Grazie, con amicizia Katy.

Lettori fissi



Gli schemi che trovate a corredo dei miei modelli
sono realizzati grazie a questo programma.


venerdì 3 dicembre 2010

Cappelli, bottoni e piume di struzzo...

Mi ero dimenticata di farvi vedere questo cappellino che ho tricottato per il mio maritino.
In realtà mi ci è voluto un po' prima di catturarlo e costringerlo a posare per me...
L'idea originaria era di fare un cappello per Lory...poi però, siccome il disegno richiedeva per forza un certo numero di maglie, mi è uscito fuori un po' grandino e quindi l'ho dirottato sul marito ing. per le sue uscite invernali nell'area di test dei suoi inseguitori solari, in pandant con il gilet modello Ken.


Il modello è questo: lo trovate di seguito alla "boobie scarf".


Questo scaldacollo invece l'ho prodotto in poco più di 20 minuti di sferruzzamenti selvaggi.


Avevo un gomitolo di filato Sheila Soft della schachenmayer inviatomi in omaggio alcuni mesi fa dal solito gentile sig. Claudio di Agofilo.
Data la quantità limitata del filato lo avevo lasciato in giacenza pensando che non ne avrei ricavato molto. Poi però l'altro giorno mi è ricapitato in mano il gomitolo e non so perché questa volta mi ha fatto pensare ad una mia amica...
Ho visto che i ferri richiesti per la lavorazione erano addirittura n. 8-9. Mi sono detta: "beh! allora montando anche poche maglie qualche cosa ci viene per forza".
Ho montato 55 m. sui ferri n. 6 non avendone di più grandi. Ho lavorato il primo ferro a diritto e poi ho proseguito sempre a diritto ma arrotolando due volte il filo sul ferro. Quindi ho lavorato l'ultimo ferro a diritto normalmente e contemporaneamente ho intrecciato le maglie.
Insomma è venuto fuori questo miniscaldacollo-boa di struzzo!

Non avendo un bottone adatto ho preso un bottone di legno del diametro di circa 2 cm e ho incollato sopra con la colla a caldo, dei cristalli che avevo a casa, provenienti dalle solite incursioni che mio marito compie periodicamente alla Lidl.
Ed ecco il risultato:

Costituirà una parte del regalo di Natale della mia amica.
A presto!

0 sorrisi:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails