A tutte le lettrici...

Care amiche, come sapete in questo blog pubblico quasi esclusivamente i miei lavori, fornendo, per quelli di mia creazione, anche gli schemi e le istruzioni per la realizzazione.
Tutto il materiale è liberamente scaricabile (del resto è qui per questo), vi prego però, qualora doveste ripubblicare in tutto o in parte i miei lavori sul web (in altri blog, siti o forum), di voler cortesemente inserire il link di provenienza.
Grazie, con amicizia Katy.

Lettori fissi



Gli schemi che trovate a corredo dei miei modelli
sono realizzati grazie a questo programma.


domenica 27 gennaio 2013

Tutto è partito da un vecchio "mettitutto"...

...anni '50 tipo questi



appartenuto ai nonni di mio marito.
Gli faccio la ruota da quando l'ho visto la prima volta nella cantina dei miei suoceri, l'ho salvato da un'improvvisa voglia di fare spazio di mia suocera (a dire il vero è stata l'unica cosa appartenuta ai suoi genitori che ha accennato di voler buttare) e adesso sto facendo una testa così al mio paziente maritino perché, appena il tempo migliora, lo voglio svuotare, portare fuori e restaurare per poi metterlo in cucina (ho già preso le misure e ci va "paro paro"!!!!).
A dire la verità la prima idea mi era venuta guardando una puntata di "Paint your life" in cui Barbara aveva verniciato il mobile di un bel rosso lacca anni '50 (appunto) e poi aveva dipinto in bianco, sul vetro, la scritta "Coca Cola" usando il classico "font" della famosa bevanda.
L'idea mi stuzzicava ma poi ho pensato che in cucina sarebbe stato un po' troppo.
Adesso ho in mente un bel bicolore sui toni del verdino (come la cucina) e dei decori floreali da fare sugli sportelli.
Unico problema? Io e i pennelli abbiamo litigato da quando facevo le scuole medie.
Ho valutato l'idea del decoupage:






lavori apprezzabilissimi e anche molto belli (come questa ultima credenza di Melita Bellinghieri) ma non corrispondenti alla mia idea. Io volevo restaurare il mobile lasciandogli il bicolore e lo stile asciutto tipici dei mobili da cucina anni '50 delle vecchie case contadine umbre, rendendolo però allo stesso tempo un po' provenzale per adattarlo agli altri mobili della mia cucina. Mi stavo scoraggiando e avevo quasi deciso di rinunciare all'idea dei decori, quando in una delle mie ricerche ho trovato questo:


era proprio quello che avevo in mente io!!!! Il mettitutto è stato restaurato da un ragazzo di Roma, il suo sito è questo ma lo trovate anche su Facebook sotto "Anticaje Roma".
Questa foto mi ha fatto prendere la decisione di far pace coi pennelli. Ma come fare? Cercando su you tube sono venuta a conoscenza di una tecnica denominata "one stroke" (letteralmente "un colpo solo") che promette di ottenere risultati decenti in poco tempo. Ho acquistato a poco prezzo degli acrilici e dei pennelli su e-bay e mi sono messa all'opera con questi risultati:



e poi con questi:




C'era però qualche cosa che non mi convinceva...i colori non si miscelavano come avrebbero dovuto. Visto che quando mi fisso, mi fisso proprio, sono andata sul sito della "One stroke Italia" e ho acquistato un kit di colori e pennelli alla "modica" cifra di € 68,00 più spese di spedizione.
Ecco cosa sono riuscita a fare dopo qualche prova:


tutta un'altra musica considerando che provo da poco più di due settimane! Come dice mio marito "per ogni lavoro ci vuole l'attrezzo giusto!". Ora devo proprio restaurarlo 'sto benedetto "mettitutto". Vi terrò informate! Nel frattempo se vi interessa la tecnica "One stroke" trovate tanti videotutorial molto chiari su You tube. Vi consiglio però di cimentarvi con pennelli di buona qualità, altrimenti vi impazzite inutilmente!!!!

A presto!

sabato 26 gennaio 2013

La copertina del piccolo Alessandro!

Tempo fa vi avevo mostrato, insieme a tanti cappellini, anche questa copertina fatta dalla mia paziente amica Alina (io non mi cimenterei mai in un lavoro del genere! Una copertina fatta con i ferri n. 3,5!!!!) per il suo nipotino Alessandro:


Io ho poi ricamato il Baby Topolino a punto maglia:


Diciamo che ho tenuto presente questo schema...


 ...anche se ho fatto delle variazioni perché mi sembrava che i bordi neri rendessero il tutto troppo pesante.
Invece della pallina (che a punto maglia veniva schiacciata e sembrava un pallone da ragby!) ho ricamato un cubo con l'iniziale del piccolino. Ho poi marcato alcuni contorni a punto scritto.

Se anche voi siete delle pazienti maglieriste come Alina eccovi le istruzioni per realizzare la copertina!

OCCORRENTE:
Ferri n. 3.5
400 g. circa di filato Sesia Mistral Kid .
Cotone da ricamo nei colori del disegno.


La copertina finita misura cm 63x83.
Avviare 133 punti e lav. a grana di riso per 28 cm.
Quindi proseguire per altri 27 cm dividendo i p. nel modo seguente:
39 p. a grana di riso, 55 p. a m. rasata (qui si farà il ricamo a p. maglia)
e 39 p. a grana di riso.
A 55 cm di altezza totale riprendere a lav. a grana di riso su tutte i p.
Ricamare Baby Topolino a p. maglia centrandolo nella parte a maglia rasata ma facendolo spostato verso il basso perché il topolino sta seduto in terra!.
Lavorare quindi un bordo all'uncinetto intorno alla copertina seguendo lo schema:



Buon lavoro e a presto!


lunedì 14 gennaio 2013

Mamma mia!!!!

Da quanto tempo manco dal Blog!!!!!! Che periodaccio...quando ho tempo vi racconto....per adesso ecco una carrellata di cappellini che ho realizzato per regalare a Natale:

Cappellino paper e booties abbinate.
 Il cappellino papero l'ho realizzato due volte per il bimbo di un'amica di una mia amica e per il piccolo Alessandro, l'amore di mamma Alessandra e papà Giancarlo (che fra l'altro devo ancora vedere dal vivo! Che vergogna!!!).
Cappellini per Anita, Aurelio (con muffole abbinate) e Anna Vittoria con il trio
orso Bruno, orso Medio, orso Bianco
 Questi tre cappellini sono il modello Aviatrix che trovate su Ravelry. Quello al centro l'ho realizzato con la lana tinta a mano qualche mese fa.

Calottina anni '30 per Beatrice


 Anche questa cloche la trovate su Ravelry...stessa disegnatrice del modello sopra.

Aviatrix per Simone
E per finire sempre per il bimbo Ale la copertina realizzata dalla zietta Alina sulla quale ho ricamato il Baby Topolino a punto maglia.

A presto! (Con un po' più di tempo spero).
Related Posts with Thumbnails