A tutte le lettrici...

Care amiche, come sapete in questo blog pubblico quasi esclusivamente i miei lavori, fornendo, per quelli di mia creazione, anche gli schemi e le istruzioni per la realizzazione.
Tutto il materiale è liberamente scaricabile (del resto è qui per questo), vi prego però, qualora doveste ripubblicare in tutto o in parte i miei lavori sul web (in altri blog, siti o forum), di voler cortesemente inserire il link di provenienza.
Grazie, con amicizia Katy.

Lettori fissi



Gli schemi che trovate a corredo dei miei modelli
sono realizzati grazie a questo programma.


martedì 29 marzo 2011

Visto che mio marito continua a sequestrarmi la nickon...

... durante le ore migliori del giorno restituendola solo la sera quando la luce non è un granché (viene tutto giallino) non ho potuto ancora fotografare le cosine deliziose a cui io e la mia mamma abbiamo lavorato in questi giorni di assenza dal web e che volevo mostrarvi, così ho pensato di farvi vedere quello che la mia amica Angela ha confezionato con le sue manine per la cameretta di Lorenzo:
Si tratterebbe di un paraspifferi da finestra rappresentante delle colline con tanto di casette e alberelli. Lorenzo però lo ha trasformato in un paracolpi: L'ha portato a letto con lui il pomeriggio stesso in cui Angela glielo ha consegnato e non l'ha più mollato. Quando ho provato a metterlo sulla finestra mi ha detto: "dove sono le casette che mi ha legalato quella signola?" e poi "pelchè la sua bimba voleva vedelle?", "chi gli ha aiutato a a cucile le casette?"...insomma aveva registrato tutto quello che ci eravamo detti a casa di Angela....e il paesello è divenuto un immancabile compagno per la nanna!!!


venerdì 18 marzo 2011

Buon compleanno Italia...

Lui l'ha festeggiata cosi...

sabato 12 marzo 2011

E' arrivata Beatrice....

la bimba dei miei amici Alina e Daniele: 3.700 Kg di pura felicità arrivata con 10 giorni di anticipo!!!!


Visto che in tante, care amiche, me lo chiedete, anche privatamente, per me la situazione attuale invece è questa:
23° settimana di gestazione



Come vi dicevo invece, Beatrice è arrivata un po' in anticipo... fortuna che come al solito ero stata previdente e mi ero organizzata da tempo con un pensierino:




I sandali li ho presi da una rivista mentre il cappello è quello di cui vi parlavo qui.

In questi giorni ho anche fatto degli esperimenti di cucito seguendo uno dei progetti proposti in questo libro. I modelli sono spiegati molto bene e ci sono anche tanti utili scuole.
Ho imparato anche come si taglia il tessuto per lo "sbieco". Consiste in una striscia sottile di un tessuto tagliata da una pezza a 45°. I due margini del taglio, destro e sinistro, vengono ripiegati verso l'interno, per evitare future sfilacciature per l'uso o il lavaggio. Questa bordura ha il pregio di adeguarsi, a causa della possibilità di deformazione dello sbieco, a forme non lineari, come scollature, giro manica, bordi arrotondati. Serve a rifinire orli, mascherare risvolti, coprire sfilacciamenti, viene applicato con due cuciture una a macchina e una a mano.
In pratica basta piegare il tessuto su se stesso formando un triangolo rettangolo. Ritagliando l'ipotenusa in una striscia dell'altezza di circa 3 cm si ottiene una striscia di tessuto tagliato perfettamente sbieco. Con questa striscia ho rifinito il bordo del bavaglino:


Retro:

Altra diritta: prima di cucire le applicazioni le ho "incollate" alla spugna con il ferro grazie a dei pezzetti ritagliati dalle strisce di "orlosvelto":


A presto!

mercoledì 9 marzo 2011

Per le più scettiche...


...sulla tintura casalinga della lana ecco il primo capo, realizzato con la lana del secondo esperimento:


L'unico problema (almeno per me che non lo amo affatto, nemmeno come condimento) della tintura casalinga è che per fissare il colore occorre immergere la lana nell'aceto. Secondo me l'odore rimane nonostante il risciacquo a fine tintura. Quindi una volta finito il golfino l'ho lasciato in ammollo tutta la notte in acqua tiepida e poi l'ho risciacquato ancora abbondantemente sotto l'acqua corrente. In effetti l'acqua dell'ammollo si è colorata un po' di verde ma il risultato finale è stato che, eliminati tutti i residui di eccesso di colore, la tintura si è uniformata su tutto il capo.

Il modello questa volta non è mio, l'ho trovato sull'ultimo numero di Magliabimbi (dove trovate fra l'altro pubblicati anche i miei "Biancospino Cardy" "completino verde acqua"e il "Coprifasce con le coccinelle" oltre alla "copertina di nonna Luisa" fatta dalla mia mamma e spedita a Cuore di maglia. Trovate anche un originale coprifasce "Brum Brum" di Valentina del blog "la casa delle fate") e si lavora tutto in un pezzo partendo dal dietro e poi si cuciono i fianchi: molto veloce!

Al modello originale ho aggiunto un tocco "vintage" con questi variopinti fiorellini anni '70:


e per finire un tocco "gattoso":

Miew!!! A presto!

lunedì 7 marzo 2011

Come promesso...

ecco le istruzioni per realizzare la piccola polo con ospite nel taschino e relativo cappellino:







Anche questa volta si tratta di un modello top-down (ci ho preso gusto) ma un po' più complicatino del solito perché ad un certo punto si devono separare le maglie del davanti e del dietro per poter continuare il lavoro, visto che i due davanti vanno riuniti.
Inoltre per creare la taschina vanno riprese le maglie del davanti...io uso una tecnica tutta mia da autodidatta che però non so se risulta complicata...appena posso comunque pubblico un minitutorial fotografico che ho elaborato mentre facevo il cardigan di Lorenzo.
Ma veniamo elle indicazioni per realizzare la polo e il cappellino:

COMPLETINO:

Misure 0-3 mesi.
Ferri n. 3
3 ferri a due punte n. 3
100 g ca. di filato mistral baby della Sesia.

Polo da grandi:

La polo si comincia a lavorare dallo scollo.
Avviare 50 m. e lavorare 6 ferri a grana di riso.
Proseguire nel modo seguente
lav. 5 m a grana di riso e 7 maglie a diritto (metà davanti), 1 aumento (lav. 1
dir. rit. sul filo tra le due maglie), 2 dir, 1 aumento, 2 dir. (manica), 1 aumento,
2 dir, 1 aumento, 14 dir (dietro), 1 aumento, 2 dir, 1 aumento, 2 dir (manica), 1
aumento, 2 dir, 1 aumento, 7 dir e 5m. a grana di riso (altra metà davanti).
Lav. sempre a maglia rasata tranne che sui primi e ultimi 5 punti dove
continuerete la lavorazione a grana di riso ripetendo gli aumenti in
corrispondenza dei precedenti, per 15 volte.

Eseguiti tutti gli aumenti proseguire nel modo seguente:
lav. le 28 maglie del primo davanti quindi proseguire lav. in giri di andata e
ritorno a grana di riso solo sulle 34 maglie della manica passando sempre la
prima maglia di ogno giro. Al 5° giro (diritto del lav) intrecciare le maglie della
manica. Proseguire quindi sulle 46 maglie del dietro lav. a maglia rasata.
Lavorare quindi sulle 34 m. della manica come spiegato prima e quindi lav. le
28 m. dell'altro davanti.

A questo punto è necessario dividere le maglie del dietro da quelle dei due
davanti unendoli insieme e sovrapponendo le 10 m. dei due bordini a grana di
riso.
Per unire i due davanti proseguire nel modo seguente:
Rov. del lavoro, sospendere le m. del dav. destro su di un ferro a due punte
lavorandole a m. rasata. Sospendere le m. del dietro su di un altro ferro a due
punte lav. a m. rasata, sospendere le m. dell'altro dav. su un altro ferro a due
punte lav. a m. rasata. Rompere il filo.
Ricominciare a lav. a m. rasata dalle m. del davanti destro nel modo
seguente:
1 dir, 1 aumento, 22 dir, sovrapporre i ferri a doppia punta e lav. insieme le 10
m. ( 5 per ogni bordino) a grana di riso inserendo il ferro
contemporaneamente sulla maglia davanti e su quella corrispondente del
ferro dietro, 22 dir. 1 aumento, 1 dir.
Proseguire a m. rasata su tutte le m. aumentando 1 m. all'interno di 1 m. di
margine 1 m. dopo 4 ferri e 1 m. dopo 6 ferri, ricordandosi di lav. sempre a
diritto la prima maglia di ogni ferro per facilitare la cucitura.
Proseguire a m. rasata e a 12 cm di altezza dagli scalfi lav. 6 ferri a grana di
riso intrecciando tutte le m. nel corso del 6° ferro.

Riprendere le m. del dietro e lav. a maglia rasata come spiegato per il davanti.

Per il colletto riprendere tutte le m. dello scollo e lav. a grana di riso per 14
ferri.

Per il taschino riprendere con l'uncinetto le 14 m. centrali del davanti
sinistro, all'altezza degli scalfi (abbiate cura di passare un capo del filo
abbastanza lungo sotto il lavoro lasciando invece il gomitolo dalla parte
sopra)e lav. a m. rasata per 8 giri e a grana di riso per altri 4. Intrecciare tutte
le m.

Cucire i fianchi lasciando degli spacchetti dell'altezza del bordo a grana di
riso, cucire i lati della tasca.
Se volete potete inserire una decorazione a forma di animaletto nel taschino.

CAPPELLO:
Avviare 80 m. e lav. 8 giri a grana di riso.
Proseguire a m. rasata per circa 10 cm.
Quindi per le diminuzioni: 1° ferro: "2 assieme al diritto, 6 diritti” ripetere per
tutto il ferro, poi dopo 2 ferri. "2 ass al diritto 5 dir ” ripetere per tutto il ferro,
poi dopo due ferri: "2 ass al d 4 dir” rip per tutto il ferro, poi dopo 2 ferri : "2
ass al dir 3diritti”, ripetere per tutto il ferro, poi dopo 2 ferri "2 ass al diritto 2
diritti” e dopo due ferri “2 ass al diritto ” per tutto il ferro.
Lavorare sulle m. rimaste per circa 15 cm con la tecnica dell'I-cord.

I-Cord:
Mettere le maglie rimaste su un ferro a doppia punta e lavorarle con un altro
ferro a doppia punta. Ad ogni nuova riga spostare il lavoro all'estremità
opposta del ferro e ricominciare, tirando un pò il filo tra l'ultima e la prima
maglia per mantenerle vicine.
Raggiunta la lunghezza di 15 cm tagliare una coda da infilare in un ago da
maglia e con l'ago ripassare il filo due volte nelle maglie per chiuderle;
fermare e nascondere il filo inserendolo con l'ago all'interno dell'i-cord.


Cucire il cappello e fare il nodo al "picciolo".

Come al solito vi invito a segnalare eventuali errori e a chiedere delucidazioni nel caso sia stata poco chiara.

A presto!





P.S DATA LA GIORNATA VIVA LE DONNE CON GLI ATTRIBUTI!!!!


Lorenzo posa eccezionalmente con golfino fatto da mamma...








A presto con le indicazioni!
Related Posts with Thumbnails