A tutte le lettrici...

Care amiche, come sapete in questo blog pubblico quasi esclusivamente i miei lavori, fornendo, per quelli di mia creazione, anche gli schemi e le istruzioni per la realizzazione.
Tutto il materiale è liberamente scaricabile (del resto è qui per questo), vi prego però, qualora doveste ripubblicare in tutto o in parte i miei lavori sul web (in altri blog, siti o forum), di voler cortesemente inserire il link di provenienza.
Grazie, con amicizia Katy.

Lettori fissi



Gli schemi che trovate a corredo dei miei modelli
sono realizzati grazie a questo programma.


lunedì 26 luglio 2010

Cell-cozy, cialde, dolcetti e gelsomini...

Come promesso ecco le foto del cappellino dolcetto che ho realizzato per Cuore di Maglia:



E questa è la variante che ho apportato al bordo: volevo dare l'idea della quandrettatura della cialda dei coni gelato, non so se ci sono riuscita del tutto:


Questa invece è un'altra versione del cell-cozy di Cristiana:





E ora veniamo al Gelsomino Cardy.
Sono riuscita a ricostruire le indicazioni. Speriamo che non ci siano errori, come al solito non ho appuntato niente mentre lavoravo, ho ricostruito tutto alla fine e quindi qualche erroruccio ci può stare, eventualmente non esitate a segnalarlo!







GELSOMINO CARDY:
Misure 0-3 mesi.
Ferri n. 3
50 g ca. di filato Sesia cablé 2005.

Anche il Gelsomino Cardy si comincia a lavorare dallo scollo.
Avviare 50 m. e lavorare 6 ferri a legaccio.
Proseguire nel modo seguente:
lav. 12 m a dir. (metà davanti), 1 gettato, 2 dir, 1 gettato, 2 dir. (manica), 1 gettato, 2 dir, 1 gettato, 14 dir (dietro), 1 gettato, 2 dir, 1 gettato, 2 dir (manica), 1 gettato, 2 dir, 1 gettato, 12 dir (altra metà davanti).
Lav. a m. rasata tranne che sui primi e ultimi 5 punti dove continuerete la lavorazione a legaccio, ripetendo gli aumenti in corrispondenza dei precedenti, per 15 volte (170m).
Lavorare poi 4 ferri a legaccio (il primo a dritto sul diritto del lavoro) nel seguente modo:
lavorare il davanti destro fino alla maglia successiva al gettato, proseguire lavorando sulle maglie corrispondenti alla manica fino alla maglia succevvia al primo gettato, voltare,
lavorare ancora solo sulle maglie della manica (fino alla maglia successiva al gettato), voltare
lavorare solo sulla manica, voltare e intrecciare le maglie.
Proseguire sul dietro del lavoro fino alla maglia seguente il primo gettato, quindi lavorare le maglie della manica fino alla maglia successiva al primo gettato, voltare (proseguire come spiegato per la prima manica).
Proseguire quindi sulle maglie del secondo davanti alla stessa maniera.
Proseguire solo sulle maglie rimaste lavorando a legaccio per altri 3 ferri.
Nel corso del secondo ferro a diritto sul diritto del lavoro aumentare 16 m. ( 4 su ciascun davanti e 8 sul dietro) a distanza regolare nel corso del ferro diritto sul diritto del lavoro;
Proseguire quindi del modo seguente:
5 m. a legaccio (sempre a dirito) 100 m. a punto traforato (10 rip. del motivo in tutto) seguendo lo schema, 5 m. a legaccio.
Ripetere il motivo a foglia per 1 volta e poi lavorare ancora una volta dal 1° al 7° giro del diagramma (23 giri) internamente alle 5 maglie a legaccio di ciascun lato, quindi lavorare il 6° ferro a diritto sul rovescio del lavoro.
Lavorare altri 2 ferri a legaccio (sempre a dir) intrecciando le maglie durante l'esecuzione dell'ultimo ferro a dir. sul rov. del lavoro.
Attaccare un nastrino ai lati del collo per chiudere il maglioncino.
Il Gelsomino cardy e finito! Non serve nessuna cucitura!


ENGLISH VERSION for Raverly friends:

(as usual excuse mistakes and my terrible technical English)

The Gelsomino cardy is worked from the neck in one piece.
Cast on 50 sts and work in garter st for 4 row.
Then proceed as follows:
k 12 (half front), YO , k2, YO , k2 (sleeve), YO , k2, YO , K 14 (back), YO , k2, YO , k2 (sleeve), YO , K2, YO , k 12 (half front).
Work in stocking stitch st and make inc. as previous for 15 times.
Work 4 rows in garter stitch (the first row k on wrong side) as follow:
work half right front until the st after the first yo, continue working on sleeve's sts until the first yo, round (turn) work and continue working only on sleeve's sts until the st after the yo, turn work, work only on sleeve's sts, turn and cast off sleeve's sts.
Work the back's sts until the st after the first yo, then for the sleeve work as explained, K on the second half front.
Continue in garter st for 3 rows only on the remaining sts, increasing 16 sts spaced during the second k row on right side (110 m).
Then proceed as follows:
5 sts in garter st , 100 sts in leaf patternead lace st (10 motif's rep) following the diagram, 5 sts in garter st.
Work the pattern 1 times and than work from first to seventh row of the diagram (23 rows) internally to the five garter st sts.
Next row: k on wrong side.
Work 2 rows on garter st and cast off all sts during the last k row on wrong side.
Attach a ribbon to the sides of the neck to close the sweater.
The Butterfly Cardy and over! Do not need any seams!

giovedì 22 luglio 2010

Gelsomono cardy...e un dolcino!

In questi giorni sono stata un po' latitante...scusate ma con questo caldo che fatica stare davanti al pc.
Comunque ho prodotto ancora per Cuore di Maglia!
Ecco il mio Gelsomino cardy:


Ho variato sul tema del Butterfly cardy ma anche questo modello è facile e veloce da realizzare! Appena ho un po' di tempo metto insieme le istruzioni e le posto.

Poi ho fatto anche questo ispirandomi al Baby Confaction Hat pubblicato nel sito della coats:


Ho solo questa foto...ne dovrò fare altre per mostrare anche la parte inferiore dove ho inserito la variante, a parte i colori.

A presto!

martedì 13 luglio 2010

Fragole e ciliegie...

Come promesso ho provato a ricostruire lo schema usato per il corpino dell'abitino Fragole infinite. Ho cercato inutilmente sulla rete dei programmi free che servissero a disegnare schemi all'uncinetto tipo quelli che si trovano sulle riviste.
Dello schema originario non conservo traccia, rovistando fra le schede che acquistavo sulle bancherelle di libri usati che stavano davanti all'università, ho trovato questi due schemi molto carini sempre in tema frutti estivi:



Poi ho provato anche a ricostruire lo schema usato per l'abitino sulla base di quello in alto con le "fragolone". Non avendo trovato nulla che mi aiutasse a disegnare i punti dell'uncinetto con i simboli internazionali, ho scopiazzato e ritagliato quà e là l'altro per rimpicciolire le fragole, la "rete" di base è diversa: vi avviso subito perciò che lo schema non corrisponde esattamente a quello originario.




Credo che comunque funzioni tutto. Ignorate i simboli delle maglie alte in rilievo e lavorate delle semplici maglie alte. L'effetto dovrebbe essere comunque carino.
Non mi sono arresa pero! Ho appena acquistato su internet un font per disegnare i punti all'uncinetto, proverò a ricostruire lo schema dal vestitino finito. Appena mi arriva lo provo e vi faccio sapere. Trovate il link qui.
A presto!

lunedì 12 luglio 2010

Fragole infinite...

Ho rubato il nome del blog della cara Laura per battezzare questa mia ultima creazione lampo:


Il corpino lavorato all'uncinetto è rimasto dentro una scatola per anni, nell'attesa di un'ispirazione e di una stoffina adatta per l'abbinamento:



Poi venerdì improvvisamente l'ispirazione: ho aperto uno sportello dell'armadio per cercare un'altra cosa e mi è passata fra le mani la famosa stoffina dell'Ikea con cui ho confezionato tante altre cose! Come avevo fatto a non pensarci prima? E così presa da uno dei miei raptus creativi ho tirato fuori la macchina da cucire e in una mezz'oretta ho messo insieme il vestitino.
Ecco un particolare delle fragole lavorate sul corpino:

E questa è l'allacciatura sul dietro.

Ho passato un'elastico in vita per facilitare il passaggio del vestitino.
Unico problema? Questo vestito non ha una destinataria...almeno per adesso! Ci penserò...
A presto!

venerdì 9 luglio 2010

La calunnia è un venticello...


Avevo da poco rivisto il film di Comencini "Pane amore e gelosia" rimanendo particolarmente colpita dalla performance danzerina della Lollo sciantosa ed ascoltando "Bocca di Rosa" di De André interpretata dalla "No smoking band" di cui mio marito fa parte (voce e sax) durante un concerto tributo di beneficenza tenutosi a Perugia, mi è improvvisamente tornato in mente...sarà perché anche se le vicende della Bersagliera e di Bocca di rosa, apparentemente differiscono la morale sottesa in fondo è la stessa?
Così ho fatto questo montaggio...

giovedì 8 luglio 2010

Butterfly cardy

Ecco il mio butterfly cardy terminato:
E' veramente facile e veloce da realizzare!





Ecco come l'ho fatto (anche qui le istruzioni le ho scritte dopo aver finito il lavoro...scusate eventuali errori ed eventualmente segnalateli!):

Misure 0-3 mesi.
OCCORRENTE:
Ferri n. 3
50 g ca. di filato Sesia Baby Print.

Il Butterfly Cardy si comincia a lavorare dallo scollo.
Avviare 50 m. e lavorare 4 ferri a legaccio.
Proseguire nel modo seguente:
lav. 12 m a dir. (metà davanti), 1 m. intercalata (riprendere il filo tra le due m. sottostanti
e lav. 1 dir. ritorto), 2 dir, 1 m. intercalata, 2 dir. (manica), 1 m. intercalata, 2 dir, 1 m. intercalata, 14 dir (dietro), 1 m. intercalata, 2 dir, 1 m. intercalata, 2 dir (manica), 1 m. intercalata, 2 dir, 1 m. intercalata, 12 dir (altra metà davanti).
Lav. sempre a legaccio ripetendo gli aumenti in corrispondenza dei precedenti, per 15 volte.
Intrecciare quindi le 40 m. corrispondenti ad ogni manica.
Lavorare un giro a rovescio sul rov. del lavoro.
Proseguire solo sulle maglie rimaste lavorando nel modo seguente:
6 m. a legaccio (sempre a diritto) 91 m. a punto foglie traforate (5 rip. del motivo in tutto) seguendo lo schema, 6 m. a legaccio.
Ripetere il motivo a foglia per 5 volte (24 giri) internamente alle 6 maglie a legaccio di ciascun lato, quindi lavorare ancora una volta i primi 5 ferri come da diagramma e lavorare
il 6° ferro a diritto sul rovescio del lavoro.
Lavorare altri 6 ferri a legaccio (sempre a dir) intrecciando le maglie durante l'esecuzione dell'ultimo ferro a dir. sul rov. del lavoro.
Attaccare un nastrino ai lati del collo per chiudere il maglioncino.
Il Butterfly cardy e finito! Non serve nessuna cucitura!

CONSIDERAZIONI:
Il butterfly cardy è stato concepito come magliettina da mezza stagione o comunque da portare sopra a un altra maglia o body, nel caso l'aria rinfreschi improvvisamente o per la sera. Volutamente non si chiude completamente.
Qualora lo voleste fare completamente chiudibile vi consiglio di aumentare alcune maglie durante l'esecuzione del ferro a rovescio prima dell'inizio del motivo traforato tenendo conto del fatto che il motivo si lavora su un multiplo di 18 maglie (quindi ne dovrete aumentare come minimo 18) e di aprire delle asole sul bordino a legaccio lato destro; attaccherete poi dei bottoni sull'altro lato in corrispondenza delle asole.
Potete sbizzarrirvi un po' come vi pare, anche cambiando il punto traforato...io ho già in mente alcune varianti...
Per i maschietti potete procedere nel seguente modo.
Effettuati gli aumenti dei reglan lavorate le maglie della metà davanti quindi proseguite la lavorazione a legaccio solo su quelle corrispondenti alla manica per circa 60 ferri
(e comunque fino a raggiungere la lunghezza desiderata...è proprio questa la comodità di questo tipo di lavorazione!) e intrecciate le maglie corrispondenti alla manica.
Proseguite la lavorazione del dietro per 1 ferro a legaccio e quindi ripetete il procedimento spiegato per l'altra manica, quindi lavorate le maglie dell'altro davanti a legaccio.
Proseguite la lavorazione solo sulle maglie rimaste a legaccio, aumentando qualche maglia durante l'esecuzione del primo ferro sul diritto del lavoro e continuate a lavorare per la lunghezza desiderata sempre a legaccio.
Ricordatevi di aprire le asole sul lato sinistro.
Cucite le maniche e attaccate i bottoni.

Punto foglie traforate:
Aggiungi immagine



Lo schema è stato realizzato con il programma gentilmente messo a disposizione su questo sito.

A presto!

ENGLISH VERSION FOR RAVERLY'S FIENDS:
(As usual excuse my terrible English ... I could not do better!)

The Butterfly cardy is worked from the neck in one piece.
Cast on 50 sts and work in garter st for 4 row.
Then proceed as follows:
k 12 (half front), M1 , k2, M1, k2 (sleeve), M1, k2, M1, K 14 (back), M1, k2, M1, k2 (sleeve), M1, K2, M1, k 12 (half front).
Work in garter st and make inc. at previous inc for 15 times.
Then cast of the sts corresponding to each sleeve.
Next row: purl on wrong side.
Continue only on the remained sts working as follows:
k 6, work 91 st on lace leaf point (5 motifs) following the diagram, k6.
Work the previous row to repeat the lace leaf point motif 5 times (row 1-6 of diagram - 24 row) .
Then work again the first 5 row as diagram and work the 6th row K on wrong side.
Next 6 row: K. Cast off all sts.
Attach a ribbon to the sides of the neck to close the sweater.
The Butterfly Cardy and over! Do not need any seams!

The Butterfly Cardy was designed as half-season sweater or at least to be worn on a t-shirt or a body for example in the evening
if the air should refresh suddenly . Deliberately it does not close completely.
If you would like to make it fully lockable, advise you to increasing some sts while running the purl row before the lace motif, taking into account that the motif is worked
on a multiple of 18 sts (so it must increase at least 18 sts) and opening button hole on the right side edge.
You can pick a bit 'as you like, even changing the lace point ... I have in mind some variants ...
For little boys you can work as following.
Doings the reglan increases work the half front sts and then continue working on garter st only on the sts corresponding to the sleeve for about 60 irons
(and still up to the desired length ... this is the convenience of this type of work!) and cast of the sleeve sts.
Continue working in garter st the back's sts and then repeat the process explained to the other sleeve and work in garter st the other half front sts.
Then continue working in garter st only on the remained sts increasing some sts during the execution of the first row and continue to work to the desired length.
Remember to open the button hole on the left side.
Sew sleeves.

See you soon!

mercoledì 7 luglio 2010

Fatto in un'ora!

Lo avevo visto qualche giorno fa sul blog di Cristiana ma non pensavo proprio che fosse così veloce da fare! Ci ho lavorato un po' nel pomeriggio e poi questa sera davanti alla tele ed ecco pronto il cell-cozy.







E' veramente facile da fare con un po' di avanzi di cotone e di sicuro effetto: una mini borsetta porta cellulare!



Lo spedirò a Cuore di Maglia insieme al maglioncino top-down che ho appena finito...e a qualche altra cosina che ho intenzione di fare. Ultimamente sono stata un po' latitante con le amiche del Cuore ma ho fatto tanti lavoretti per i bimbi delle mie amiche nati o ancora nel pancione!
Se domani riesco a scrivere le istruzioni del maglioncino "butterfly", come lo chiamo io, posto tutto, altrimenti dovete avere ancora un po' di pazienza!



A presto.

Golfino incrociato.

Vi avevo promesso di mostrarvi il doppio petto che Lory portava il giorno del battesimo, ma purtroppo mi sono accorta di non averlo fotografato quando l'ho disseppellito! Mi toccherà tirarlo nuovamente fuori.
Intanto ecco un altro cardigan incrociato a due colori che feci sempre per lui quando era un tenero bebé.






Io all'epoca lo feci così grazie alle indicazioni fornitemi da un'amica:

A presto!

sabato 3 luglio 2010

Top down.

La lavorazione Top-Down (letteralmente dall'alto in basso) mi ha sempre affascinata molto. E' un sistema molto usato nei paesi anglosassoni che negli ultimi anni ha preso piede anche da noi, soprattutto tra le maglieriste più trendy (per capirci quelle che lavorano preferibilmente calzini, scialli, scaldamani, scaldacollo con i ferri di "cristallo" circolari e con dei sottilissimi e costosissimi filati dai nomi esotici che si acquistano solo su internet).
E' un sistema molto comodo perché ti permette di "misurare" il capo in corsa e quindi di non avere sgradevoli sorprese alla fine (tipo maniche troppo lunghe o capi troppo stretti).
Io che non amo né i ferri circolari né il gioco di ferri, pensando che questo metodo si potesse usare solo con questi "arnesi" fino ad oggi avevo mai provato a mettere in pratica questo sistema.
Poi ho riflettuto e mi sono detta "perchè non provare? Magari con un lavoro piccolo, che richiede poche maglie..." e così ecco cosa sto facendo in questi giorni:


Il punto traforato:


E il filato (italianissimo) che sto usando, gentile omaggio del caro sig. Claudio di Agofilo:



Appena finito posto delle foto più dettagliate e tutte le spiegazioni della tecnica.
A presto!

venerdì 2 luglio 2010

CONSIGLIO LETTERARIO...

Uno dei libri che ho letto quando ero al mare è stato questo:

Veramente simpatico, analizza con ironia il mondo delle donne (e di riflesso anche degli uomini) attraverso le esperienze delle quattro protagoniste del famoso telefilm.

Confesso di aver visto qualche puntata della serie in questione, a volte quasi autoimbarazzandomi...poi però ho capito... forse era per i motivi che spiega molto bene l'autrice: in ognuna di noi in realtà c'è un po' delle 4 protagoniste?

Comunque il libro è molto molto carino e scorrevole...una pagina tira l'altra! L'ho letteralmente divorato in due giorni e è andata a finire che mi sono anche comprata il dvd del primo film di sex!!!!
Related Posts with Thumbnails