A tutte le lettrici...

Care amiche, come sapete in questo blog pubblico quasi esclusivamente i miei lavori, fornendo, per quelli di mia creazione, anche gli schemi e le istruzioni per la realizzazione.
Tutto il materiale è liberamente scaricabile (del resto è qui per questo), vi prego però, qualora doveste ripubblicare in tutto o in parte i miei lavori sul web (in altri blog, siti o forum), di voler cortesemente inserire il link di provenienza.
Grazie, con amicizia Katy.

Lettori fissi



Gli schemi che trovate a corredo dei miei modelli
sono realizzati grazie a questo programma.


lunedì 30 novembre 2009

Gomitoli, anemoni e cappellini....

Questo è un gomitolo di bellissimo filato Sesia che ho ordinato qualche tempo fa on-line dal sito di agofilo...
Ed ecco in cosa si è imprevedibilmente trasformato...


Ma no... è solo il pon pon del cappellino che fa parte del coloratissimo set che ho realizzato per il mio Lory:



Questo è un particolare del motivo a onde della sciarpa che ho ripescato dai meandri della mia memoria di kniter perché non sono riuscita a ritrovare lo schema:

L'ho lavorato così: 1 acc. semplice *5 m. a diritto, 1 diritto crociato nel filo tra la maglia appena lavorata e la seguente, 1 diritto, 1 diritto crociato nel filo tra la maglia appena lavorata e la seguente, 5 diritti, 1 accavallamento doppio* ripetere per la larghezza desiderata e terminare con 5 diritti e 2 maglie ass. a diritto.
Mi sembra che il multiplo di maglie necessarie sia 14 +9.
(è un po' che l'ho realizzata!)

E questo è il punto intrecciato del cappello che ho realizzato così:

OCCORRENTE:
Filato sesia mistral baby gr. 100 circa.
Ferri n. 3.5
Taglia 2 anni.
Avv. 88 maglie e lav. a coste 2/2. A cm. 10 di altezza totale proseguire seguendo lo schema
proposto. A cm. 10 dal bordo per le diminuzioni lav. come segue:
2 m. ass. a rov. 1 dir. incr., 2 m. ass. a rov. sulle 5 maglie ai lati delle trecce.
Nel giro dir. seg. lav. ins. a rov. i 3 punti fra le trecce.
Proseguire a m. rasata. Lav. il secondo giro come segue: 6 dir e 2 m. ass a diritto per tutto il giro.
Ripetere queste dim. in corrispondenza delle precedenti ogni 2 giri per altre 6 volte (7 in totale).
Passare un filo tra i punti rimasti al termine delle diminuzione, affrancate e cucite il cappellino.
Eseguite ed applicate un pon pon.
NOCCIOLINA:
per eseguire una nocciolina lav. nella stessa maglia 1 dir, 1 dir crociato, 1 diritto, volt.
1 rov, 1 rov crociato, 1 rov., volt. 3 m. ass a diritto.
INCROCIO:
mettere 3 m. in sospeso sul davanti del lav. lavorare a diritto le tre m. seguenti, quindi lav. a diritto le m. in sospeso.



Ciao! A presto!

venerdì 27 novembre 2009

La copertina per Giuggiolo...

Guardate che bella copertina sta realizzando la mia amica Alina per il bimbo (o bimba non si sa) di una nostra amica comune che partorirà a febbraio:


La coperta non è finita, va fatto il giro di rifinitura, comunque a me già sembra bellissima cosi e poi Alina ha una maglia così regolare da fare proprio invidia...
I quadrati sono stati realizzati a maglia alta in due colori diversi e poi sono stati attaccati con il bianco da me stessa medesima tutti insieme alla fine con dei semplici archetti.
Il risultato sinceramente mi sembra bellissimo!!
Una copertina simile l'aveva realizzata una mia zia qualche anno fa, facendo però i quadretti ai ferri a grana di riso e poi attaccandoli insieme con il sistema degli archetti...potrebbe essere un'altra idea.


A presto!

lunedì 23 novembre 2009

PACCHI , PACCHETTI, pacchettini

Ecco cosa ho prodotto questo fine settimana....eh si! Ho cominciato ad inpacchettare...


Le varie coccarde e composizioni di bacche, foglie, pigne ecc. ecc. sono di mia produzione.
In particolare le coccarde a tre colori le ho realizzate con del nastro di carta comperato nelle tre varianti all'Ikea qualche hanno fa... non avevo ancora trovato un uso perché è proprio di carta carta, quindi non si arriccia e non è per niente resistente. L'idea l'ho mutuata facendo delle varianti alla coccarda a righe di cui potete trovare il kit completo per il montaggio
(a parte la colla...) liberamente scaricabile qui.

A presto....

P.s. nella scatola infiocchettata con la coccarda a righe di cui al link proposto c'è il completino scarpe e berretto fragolino di cui ai post di qualche tempo fa.

venerdì 20 novembre 2009

Ancora intorno al Natale...

Consiglio veloce veloce per le amanti del cartonaggio e del fai da te in tema di pacchi, pacchetti, biglietti, bigliettini e chi più ne ha più ne matta.
Provate ad andare a vedere qui cosa c'é....io lo trovo semplicemente fantastico!!!

mercoledì 18 novembre 2009

cose per i cuccioli cuccioli...

Ultimamente ho tenuto una fitta corrispondenza via mail con una di voi amiche virtuali che aveva qualche problema con i progetti dei coprifasce proposti perché seguendo le istruzioni, le venivano troppo grandi (per dire come lei "enormi").
Sono corsa a ritirare fuori dalla scatola profumosa in cui li avevo ben riposti

(non si sa mai, dovessero tornare utili...) i coprifasce di cui ai post di qualche tempo fa e a vederli così non mi sembravano affatto grandi, anzi a dire il vero rispetto ai vestitini da bimbo che ho sottomano adesso che Lory ha due anni e mezzo, mi sembravano proprio minuscoli!
L'enigma non tornava proprio, da una parte Rosa che mi diceva che le istruzioni erano di sicuro sbagliate perché i coprifasce erano per piccoli elefanti, dall'altra io che insistevo che li avevo fatti seguendo alla lettera il modello, che a Lorenzo stavano bene e ricontrollavo e misuravo e tutto mi sembrava giusto e corrispondente al pattern....proprio non capivo...
poi sono andata a cercare nel mio straripante archivio informatico le foto di Lory con indosso i coprifasce incriminati e.... giudicate voi...





...di sicuro non era più un neonato quando li portava ma un bel bimbone di circa tre mesi per quasi sette chili di peso. Eh no, aveva proprio ragione Rosa sulle misure... i due coprifasce non sono proprio da neonato!!!

Così per farmi perdonare sono andata a cercare un'altra foto...


eh sì.. è Lorenzo il giorno in cui l'ho portato a casa dall'ospedale e questa volta indossa un mini coprifasce realizzato in cotone da nonna Luisa appositamente per il giorno della nascita e questa volta le misure dovrebbero essere esatte!
Lei l'ha fatto così:

Ciao, ciao...

martedì 17 novembre 2009

Fa la la la la... la la la la

Ebbene sì, purtroppo per voi, sono ufficialmente entrata in clima natalizio!
Sarà che sabato abbiamo fatto il primo giro pre-pre Natale, sarà che con le amiche del coretto, il mio solito maritino musicista-poliedrico e la partecipazione straordinaria del suocero-prof-organista abbiamo cominciato a fare le prove per un X-mas concertino, sarà...
insomma mi è presa la fregolite da Natale e, abbandonata temporaneamente la lana, mi sono ritrovata al mio "tavolo"(vedi maxi-asse-da-stiro-Foppapedretti) letteralmente coperta di carte, cartoncini, glitter, disegnini natalizi e in "men che non si dica"
(come recitava il cantastorie delle Fiabe Sonore riferendosi al tempo impiegato dal porcellino grassissimo per finire la casetta di canne)
ho prodotto questi:

bigliettini-scatole-nataleIl cartamodello e le istruzioni li trovate qui

bigliettini-scatole-nataleE qui trovate come farlo (sinceramente la foto non rende).


bigliettini-scatole-natalePer questi cartoncini da pensierino-ino-ino i disegni li ho tratti da questo sito.
Questi altri disegni dei bigliettini pensati per nipotini, bimbi di amiche ecc. li ho trovati sia girando per la rete sia qui.

bigliettini-scatole-nataleEd in fine il pezzo forte, LE SCATOLINE!!!!

bigliettini-scatole-nataleLa casetta è qui e la renna qui.
Possono essere usate per tanti scopi, decorare l'albero, incartare piccoli regali, la casetta (togliendo la maniglia) può andar bene anche per il Presepe...io ci faccio dei biglietti 3D inserendo dentro uno di quei segnaposto di resina con la mollettina e scrivendo gli auguri su un cartoncino da pinzare.


Ciao! Ciao! A Presto!



P.S. per oggi ho finito anche con le faccine. Ne avrò messe un po' troppe???? Però fanno tanto Natale!

P.S. II se vi interessano le trovate qui e ho finito anche con i links!!!

mercoledì 11 novembre 2009

Evita...








schemi-istruzioni-sciarpa-ferri





















La strana Cosa è proprio il gomitolo di lana gentilmente regalatomi dal titolare del negozio on line Agofilo per fare "la siarpa" (come dice lui da perfetto bolognese!)

Si tratta di un gomitolo da 100 g di filato Evita Schachenmayr nomotta della Coats. Sul retro della fascetta è riportato il pattern della foto. Ho provato a realizzarlo ma il risultato non mi soddisfaceva. Sarà che non sono più abituata a questi filati strani (un pezzo lana, un pezzo fettuccia, un pezzo ciniglia, un pezzo lurex, li lavorava mia mamma negli anni '80 quando eseguiva le commissioni per le grandi case di moda e mi regalava gli avanzi), sarà che non avendo ferri n. 7 li ho chiesti in prestito a mia suocera che aveva un paio di ferri vintage in plastica di mamma Vittoria che non scorrono affatto, sarà che il lavoro mi sembrava un po' strappato... insomma ho cambiato idea e ho cominciato a fare questo modello (per scaricarlo vi dovete registrare) e per adesso il risultato mi sembra migliore.
A presto le foto...

A proposito di cose strane, oggi voglio lavorare un po' anche alla grande lumaca, ultimamente l'ho decisamente trascurata, con grande disappunto di Lory che ha deciso che la sciarpa viola è per lui... "Mamma fa viola...questo mette Lenzo...".

martedì 10 novembre 2009

Fiore GRANDE fiore piccolo!

Cappello-fiore-maglia-ferri
Cappello-fiore-maglia-ferri



Ecco le mie ultime creature!
Il fiore piccolo è per il progetto di Cuore di Maglia, quello grande (a cui presto si uniranno un paio di muffole in fase di ultimazione) è il regalo di compleanno per la figlia di una mia amica che a giorni compirà un anno.








Anche per questi cappellini da bimba l'idea l'ho trovata qui.
















Io li ho fatti così:
CAPPELLO FIORE GRANDE
Misura 1 anno. Ferri n. 4

Avviare 151 m. e lavorare 2 m. ass a diritto, *22 m. dir, 1 acc. doppio* per 5 volte, 22 m. a diritto, 1 accoppiamento semplice.
Lavorare in questo modo altri 10 ferri effettuando sul dirito del lavoro le doppie diminuzioni in corrispondenza delle precedenti. Quindi procedere a maglia rasata per circa 20 giri.
Quindi iniziare la lavorazione a incastro con i due colori nel seguente modo: 4 m. in rosa, 1 m. in verde *7 m. in rosa 1 m. in verde* per 9 volte, 2 m. in rosa per 2 giri;
3 m. in rosa, 3 m. in verde *5 m. in rosa 3 m. in verde* per 9 volte, 1 m. in rosa per 2 giri;
1 m. in rosa, 5 m. in verde *3 m. in rosa 5 m. in verde* per 9 volte, per 2 giri;
7 m. in verde *1 m. in rosa 7 m. in verde* per 9 volte, per 2 giri.
Proseguire con il verde e nel corso del primo giro a diritto lavorare: 7 dir, 2
ass a diritto *6 diritti, 2 ass a diritto* per 8 volte, 6 diritti.
Proseguire a maglia rasata ripartendo le diminuzioni come detto in corrispondenza delle precedenti.
Lavorare l'ultimo giro prendendo due maglie ass. a diritto per tutto il giro.

Lavorare le maglie rimaste secondo la tecnica dell'I-Cord spiegata da Alessia
per il picciolo del cappello fragolino per 10 giri. Passare un filo tra le maglie per chiudere il lavoro. Affrancare il filo. Cucire il cappello.

Io come al solito ho lavorato con i ferri classici. Se siete più brave di me e sapete usare il gioco di ferri non dovrete cucire.

FOGLIA: Si lavora a maglia rasata.
Avviare 3 m. e lavorare 2 giri a maglia rasata, quindi proseguire aumentando 1 m ai lati della maglia centrale fino a d avere 11 m.
Proseguire effettuando un accavallamento doppio sulle tre maglie centrali della foglia fino a chiuderla completamente.
Cucire la foglia al cappello.

Il cappello più piccolo è stato eseguito con un filato che prevedeva l'uso di ferri n. 3 e montando 120 maglie. La tecnica è la stessa tenete conto che le diminuzioni andranno fatte lasciando meno maglie tra l'una e l'altra (basta fare 4 conti, matematica di seconda elementare ragazze!)

sabato 7 novembre 2009

Da "Le sorprese del venerdì sera"

" PRINCIPIANTE.

Riconoscere un punto non significa sapere da che parte cominciare per realizzarlo. Procedi a piccoli passi: non fissarti su chi ha capacità fuori dalla tua portata. Quando si sperimenta qualcosa di nuovo, o qualcosa che non si pratica da molto tempo, può sembrare quasi impossibile farcela. Ogni minimo errore può essere un buon motivo per mollare tutto. Finisci per invidiare chiunque sembri sapere ciò che fa. Cosa ti spinge ad andare avanti? La convinzione che un giorno diventerai così anche tu: elegante, abile, sicura, esperta. E puoi davvero farcela. Hai solo bisogno di entusiasmo, di un po' di coraggio... e come sempre, di molto senso dell'umorismo".

Ebbene sì ho appena comprato il secondo volume delle avventure del negozio di filati "Walker e figlia". L'ho aperto e mi sono resa conto che questo trafiletto, che apre il primo capitolo, cadeva proprio a fagiolo con quello che avevo idea di postare oggi:

ecco allora delle facili spiegazioni che ho elaborato per realizzare un coprifasce semplice semplice che tutte, anche le neofite o quelle un po' "arrugginite" possono seguire:

COPRIFASCE FACILE FACILE.
Misure 2 mesi.

DAVANTI:
Con i ferri n. 2-1/2 (o 3 in questo caso il coprifasce verrà leggermente più grande) montate 89 maglie e lavorate a legaccio per 8 ferri quindi proseguite a maglia rasata per circa 18 cm.
A questo punto lavorate 18 maglie a diritto, 3 ass a diritto, 2 m. a diritto per altre 9 volte, 3 m. ass a diritto (11 diminuzioni doppie in tutto), quindi 18 m. a diritto. Eseguire 3 ferri a legaccio e quindi proseguire a m. rasata e contemporaneamente per l'incavo manica, sul diritto del lavoro, intrecciare 2 punti per parte e proseguire intrecciando ancora un punto per parte nel ferro diritto seguente.
Dopo circa 6 cm dall'inizio dell'incavo manica per lo scollo intrecciare i 17 punti centrali in una sola volta (lav. 22 maglie e intrecciare le 17 m. seguenti, lav. 22 maglie) e proseguire le due parti separatamente diminuendo ancora ai lati dello scollo, dopo aver lavorato il primo punto a diritto, 1 m. ogni 2 ferri (perciò a ogni giro diritto) per 5 volte . Intrecciare quindi i punti rimasti in una sola volta. Lavorare allo stesso modo ma a specchio l'altra parte dello scollo.

DIETRO DESTRO:
Montate 48 maglie e lavorate a legaccio per 8 ferri quindi proseguite a maglia rasata sui primi 38 punti e a legaccio sugli ultimi 5 (bordino di allacciatura) eseguendo 4 occhielli a distanza regolare (il primo dopo circa 6 cm dall'inizio e gli altri a circa 3,5 cm l'uno dall'altro). Per ogni occhiello nei giri sul diritto del lavoro, lavorare nelle 5 m. del bordino a legaccio 2 m. diritte, 1 gettato, 2 m. insieme a diritto, 1 diritto.
Lavorati circa 18 cm proseguite in questo modo:
lavorate 10 maglie a diritto, 3 ass a diritto, 2 m. a diritto per altre 3 volte, 3 m. ass a diritto (5 diminuzioni doppie in tutto), quindi 10 m. a diritto e 5 m. a legaccio. Eseguire poi 3 ferri a legaccio e quindi proseguire a m. rasata e contemporaneamente per l'incavo manica, sul diritto del lavoro, intrecciare 2 punti per parte in una sola volta e proseguire intrecciando ancora un punto nel ferro diritto seguente.
Dopo circa 10 cm dall'inizio dell'incavo manica per lo scollo intrecciare i primi 11 punti in una sola volta e proseguire intrecciando ancora a lato dello scollo, 2m. nel ferro diritto seguente. A cm 30 di altezza totale intrecciare quindi i punti rimasti in una sola volta. Lavorare allo stesso modo ma a specchio l'altra parte del dietro senza lavorare gli occhielli.

MANICHE:
Montare 40 punti e lavorare a coste 1/1 per 1.5 cm. Proseguire a m. rasata aumentando 11 m. durante il primo ferro (più o meno ogni 3-4 maglie fino ad avere 51 m) (sollevare il filo tra due maglie e lavorare 1 diritto crociato). In seguito aumentare ai lati internamente al primo e ultimo punto 1 m. ogni 6 ferri per 7 volte . A cm 14 di altezza totale per arrotondare la manica intrecciare ai lati 3 m. e proseguire intrecciando ancora 4 m. ogni 2 ferri (a ogni ferro a diritto) per 6 volte. Intrecciare quindi i punti rimasti. Lavorare un’altra manica allo stesso modo.

CONFEZIONE:
Cucire le spalle, per il bordo dello scollo riprendere 5 punti da ogni bordino di allacciatura, 15 p da ogni scollo nuca e 54 punti dallo scollo davanti e lavorare a legaccio per 6 ferri eseguendo al 4° ferro in corrispondenza del dietro destro un occhiello internamente agli ultimi 2 punti.
Cucire i fianchi cucire le maniche e attaccarle. Cucire i bottoni in corrispondenza di ogni occhiello.

Se volete rendere più interessante lo sprone potete eseguirlo con un punto operato a vostra scelta, potete lavorarlo a legaccio alternando più colori o potete fare dei semplici ricami a punto maglia (tutorial nel post "due copertine in uno strano maglioncino") magari seguendo gli schemi che posto di seguito o quello delle coccinelle nel post " il coprifasce con le coccinelle" o ancora eseguendo dei piccoli ricami a punto vapore (tutorial nel post "ancora un coprifasce").


P.S. ho elaborato le istruzioni al volo da un modello fatto alcuni anni fa, mi scuso se dovesse esserci qualche imprecisione. Sono come al solito a disposizione per eventuali chiarimenti.

venerdì 6 novembre 2009

Oggi cambiamo argomento!

Come detto nella presentazione con questo blog voglio fornire spunti simpatici e idee un po' diverse: ecco come ho rallegrato la cameretta del mio bambino utilizzando i simpatici personaggi di legno di Bartolucci.















Il gattino è un carillon, l'arca di noè era un attaccapanni che mio marito ha con pazienza e perizia riadattato a oggetto esclusivamente decorativo.
Il lettino è quello dell'Ikea. La decisione di acquistarlo per poi decorarlo da noi è maturata al termine di numerosi giri per vari negozi specializzati in articoli per neonati. I prezzi sono secondo me "ridicolmente" esorbitanti!!!!
Noi abbiamo passato la paura con una spesa di circa 100€ tra lettino (completo di materasso in lattice assolutamente salutare perché totalmente anallergico) baldacchino anti zanzare (Lorenzo è nato ad agosto) e personaggi in legno per gli abbellimenti, senza contare le ore di puro divertimento impiegate per completare l'opera. A me e a mio marito il lettino piace molto ed è sicuramente unico!

Quando poi è stata avvertita l'esigenza di dare più spazio alle cose di Lory e a Lory stesso, abbiamo deciso di divertirci ancora un po' "riciclando" i mobili della camera da universitario di mio marito (quasi mai usati perché poi lui in realtà ha fatto il pendolare da Perugia a casa praticamente tutti i giorni). Con l'aiuto della solita Ikea e delle figurine in legno ecco cosa abbiamo realizzato!
Anche qui il risultato ci soddisfa molto.

Le tende sono sempre Ikea, così come il bastone che ha veramente un prezzo irrisorio!


Ciao, a presto!
Related Posts with Thumbnails